Crash Bandicoot™ 4: It’s About Time: proviamo il gioco

Il blog di Activion Games ci guida attraverso tre livelli (due che vedono protagonisti i bandicoot e uno su una linea temporale alternativa con Neo Cortex) per darci un'idea di cosa aspettarci al lancio del gioco.

by James Mattone on July 23, 2020

Crash Bandicoot™ 4: It’s About Time​​ uscirà il 2 ottobre​​ 2020 su PlayStation® 4, PlayStation® 4 Pro e sulla famiglia di console Xbox One di Microsoft, inclusa la nuova Xbox One X.

Proprio così: Crash Bandicoot è tornato, appena in tempo per riprendersi il suo spazio nel mondo... O, per essere più precisi, per proteggere il continuum spazio-temporale in tutto il multiverso!

Una nuova meccanica direttamente nella schermata di menu

Prima ancora di entrare in uno dei tre livelli, il menu principale offre la scelta tra la modalità Moderna e quella Rétro.

​Come anticipato sul blog​​, ​It’s About Time​​ permette di scegliere un'impostazione apparentemente minore, ma estremamente significativa: il limite di vite a disposizione del giocatore.

Giocare in modalità Moderna assicura un'esperienza fluida e ininterrotta in cui puoi rigiocare un livello tutte le volte che vuoi fino a quando non riesci a completarlo.

I nostalgici dei "vecchi tempi" possono scegliere la modalità Rétro, che limita il numero di vite disponibili. Se ne perdi troppe, è game over.

In ogni caso, il gioco tiene comunque traccia di ogni singola, stravagante e pittoresca dipartita del nostro amato bandicoot (e anche di quei cattivoni dei nemici!) per cui, qualunque sia la modalità che scegli, cerca di non morire troppe volte!

Gioco rilassato in Isolati dalla neve

La prima esperienza di questa prova è il livello Isolati dalla neve, ambientato nella 11 a​ Dimensione intorno al 1954. Durante la demo, questo livello ti permette di familiarizzare con le meccaniche di base del gameplay. Potrai così esercitarti in movimenti, salti, rotazioni e attacchi prima di trovarti in situazioni realmente pericolose.

Un'altra meccanica che viene insegnata in questo livello prevede l'uso di una Maschera quantica conosciuta come Kupuna-Wa, o Maschera del Tempo, che, una volta attivata, rallenta il tempo per tutto e tutti, tranne che per Crash. Anche in questo caso, come per movimenti, salti e rotazioni, c'è un breve tutorial opzionale per esercitarsi prima che inizi la vera prova:

Una cassa con un punto esclamativo ("!") e quattro sagome di casse appaiono davanti al nostro bandicoot. Se colpisci la cassa "!", le quattro sagome si trasformano in vere casse, ma solo per un secondo. Attiva il Kupuna-Wa per espandere quel singolo secondo e prova a rompere le quattro casse ​in tempo​​ per agguantare i succulenti frutti Wumpa al loro interno.

Gli elementi che hanno caratterizzato i precedenti titoli di Crash vengono tutti riproposti. Piattaforme temporanee, casse TNT e Nitro, nemici che distruggeranno i bandicoot nei modi più assurdi immaginabili e un mucchio di frutti Wumpa da raccogliere e casse da rompere, sia sul percorso principale che sul percorso bonus opzionale.

A metà del livello, la storia prosegue; Crash e Coco hanno raggiunto il diabolico Dottor Neo Cortex nel villaggio di un pescatore zombie congelato. Sfortunatamente, ha avuto abbastanza tempo per imbottire di esplosivo una nave e innescare un'esplosione devastante... E anche se ha sbagliato (e di gran lunga) nel calcolare i tempi, è riuscito almeno a far finire dei blocchi di ghiaccio giù per le cascate per complicare la vita ai bandicoot.

E così, i nostri eroi continuano a saltare, ruotare e spostarsi tra le piattaforme come prima, usando i poteri di Kupuna-Wa per rallentare gli attacchi dei nemici o la caduta delle piattaforme di ghiaccio e avanzare in sicurezza.

Scatto del dinosauro con Crash (e Coco!)

Riprendiamo la storia dei nostri eroi in una dimensione ambientata milioni di anni fa, all'epoca dei dinosauri.

Questo livello rappresenta un'altra parte iconica dell'esperienza Crash: le sequenze di inseguimento. All'inizio, il nostro bandicoot si trova nell'era giurassica, dove rimbalza con delicatezza su pacifiche creature erbivore al pascolo e fa la conoscenza di Lani-Loli, un'altra Maschera quantica in grado di far apparire e sparire a piacimento piattaforme, ostacoli e casse dalla dimensione corrente.

Dopo aver grindato su alcuni rampicanti, il nostro bandicoot raggiunge un checkpoint, abbatte una parete di ossa, arraffa alcuni frutti Wumpa e... cade nell'imboscata di un Tyrannosaurus rex!

L'inseguimento è iniziato e i giocatori dovranno correre giù per il pendio a rotta di collo, evitando trappole e funghi che li rallentano. Proprio quando tutto sembra perduto, una pioggia di rocce cade e impedisce al pericoloso predatore di fare uno spuntino a base di marsupiale arancione con contorno di jeans e scarpe da tennis.

Dopo l'inseguimento, il nostro bandicoot fa spallucce e per un attimo si chiede chi possa aver causato tutto questo (un alleato o un nemico?), prima di proseguire verso il finale passando attraverso un vulcano attivo e altre due sequenze di inseguimento.

Isolati dalla neve: puoi giocare nei panni di Neo Cortex?

Nell'ultima parte di questa prova giocheremo il livello Isolati dalla neve, che fa invece parte della "linea temporale di Cortex". ​​It’s About Time​​ offre infatti la possibilità di esplorare prospettive alternative. In questo caso, la prospettiva è nientedimeno che quella del perfido Neo Cortex, storica nemesi di Crash e Coco.

Ricordi la nave che Cortex ha fatto esplodere in Isolati dalla neve? Questa versione del livello si trova su una "linea temporale alternativa", che è simile ai livelli segreti nei precedenti giochi di Crash. Obiettivamente, è un po' più difficile dei livelli normali e ti permette di scoprire il motivo per cui il piano del dottore per far saltare in aria la nave è andato storto. Dopo aver completato questo percorso, riacquisterai il controllo di Crash o Coco e giocherai la seconda metà del livello principale, ma con una diversa distribuzione delle casse negli ambienti per aumentarne il livello di difficoltà.

Le meccaniche di N. Cortex sono diverse da quelle dei nostri bandicoot: invece di spiccare un doppio salto, Cortex può trasformare i nemici in piattaforme o cubi gelatinosi sui quali rimbalzare. Può anche scattare (al suolo o a mezz'aria) per superare voragini che significherebbero altrimenti morte certa. E, con un tipico guizzo di stravaganza, quando muore diventa una sorta di diavoletto, invece che un angelo come Crash.

Se riesci a padroneggiare il suo stile di gioco unico in un livello difficile, ti accorgi che ha calcolato male i tempi dell'esplosione e puoi approfittarne per rimpinguare le tue scorte con un bel mucchio di frutti Wumpa.

Entrambi i livelli hanno uno stile grafico innovativo e al tempo stesso familiare che riesce a rendere fedelmente la caratterizzazione di un'"epoca". Toys for Bob ha dato vita ai nuovi ambienti conservando intatto lo spirito scanzonato della serie.

I panorami sono spettacolari, ma se ti soffermi troppo a lungo ad ammirarli, il nostro bandicoot manifesterà la sua impazienza stiracchiandosi, arruffandosi il pelo o tirando fuori il cellulare per scattarsi un selfie.

Come fanno i bandicoot allo stato brado, hai presente?

Pre-ordini disponibili

Non pensi che sia ora di provare questa nuova esperienza con Crash Bandicoot?

Crash Bandicoot 4: It’s About Time sarà disponibile negli Stati Uniti dal 2 ottobre 2020 al prezzo di vendita suggerito di $59,99.

Acquistando la versione digitale, al lancio del gioco riceverai le skin Technicolor per Crash e Coco, un coloratissimo omaggio alle origini di questi personaggi.

Se non vedevi l'ora di mettere le mani su una nuova avventura di Crash Bandicoot,​ It’s About Time​ è il gioco che stavi aspettando! Pre-ordinalo subito su ​www.crashbandicoot.com/​crash4​

​Per maggiori informazioni sulla serie•Crash Bandicoot™​,​ ​visita ​www.crashbandicoot.com​ e segui @CrashBandicoot su Instagram​​, Twitter​ Facebook​, e lo sviluppatore Toys for Bob su Twitter​ Instagram​.